24 Ott 2018

McCurry a Bologna con la mostra “Una testa, un volto”

Una serie di volti, occhi che parlano e voci che si narrano: arriva a Bologna la mostra “Una testa, un volto. Pari nelle differenze” del fotografo Steve McCurry, inserita nel contesto della prima Biennale della Cooperazione Italiana.

L’inaugurazione è prevista per venerdì 30 novembre alle 12,30 a Palazzo d’Accursio, prestigiosa location situata nel cuore di Bologna, affacciata su piazza Maggiore. Presso le Collezioni Comunali d’Arte, sala Farnese, verranno esposte le fotografie di Steve McCurry, una serie di volti in cui ci riconosciamo al di là di confini, barriere e mura.

In un momento storico molto complesso sia per il nostro Paese che per l’intero pianeta, bisogna spendersi ancora di più per educare alla conoscenza e alla visione senza pregiudizi dell’altro, per salvaguardare il patrimonio delle differenze tra culture nel mondo. Perché è proprio la cultura l’unico mezzo per salvarci in quanto esseri umani, che restano degni di questo nome.

Di qui il titolo di questa mostra che, parafrasando uno dei valori cardine del cooperare, ossia la parità di ciascuno nella presa di decisioni, lo ripropone nei termini universali dell’equità: “una testa, un voto” diventa quindi “una testa, un volto”, il pensiero e i tratti che rendono ogni persona irripetibile.

La mostra, che terminerà il 6 gennaio, è curata da SudEst 57 – Biba Giacchetti, con sceneggiatura di Monica Fantini e Fabio Lazzari, scenografia di Peter Bottazzi e video e grafica di Sunset e NicLAZ.

Condividi: