17 Ott 2018

I cinque valori fondanti del cooperare

La Biennale della Cooperazione Italiana è un evento che racconta il senso equo, inclusivo, innovativo e durevole della cooperazione. Da sud a nord, la Biennale attraverserà l’Italia portando in giro i 5 valori fondanti del Manifesto cooperativo: lavoro, innovazione, welfare, sostenibilità e legalità.

Lavoro – Promuoviamo un lavoro giusto, nei mutati scenari di mercato, un lavoro attento alla dignità della persona, nel rispetto dell’inclusione di genere, di generazioni e culture diverse. Miriamo a ideare nuove modalità di fare impresa e di pensare al digitale, che si trasformino in opportunità per i giovani, non perdendo mai di vista il rispetto dei diritti.

Sostenibilità – Sostenibilità significa rispetto per l’ambiente e per il territorio, ma anche interesse nel futuro delle persone, in coerenza con lo sviluppo responsabile e il cambiamento degli stili di vita. La salvaguardia delle risorse, la riduzione degli sprechi e la riqualificazione degli spazi sono opportunità per realizzare un cambiamento davvero sostenibile.

Innovazione – Vogliamo un’innovazione responsabile, in grado di generare benefici e migliori opportunità di vita e di benessere per tutti. Innovare significa essere portatori di competenza, in cui al sapere si uniscono comportamenti concreti, attenti a non lasciare indietro nessuno.

Welfare – Sosteniamo un welfare nuovo, coerente strumento di sostegno, di accoglimento e di superamento delle difficoltà e del disagio. L’obiettivo costante resta il benessere delle persone: per rispondere in modo efficace ai loro bisogni promuoviamo servizi, che nel tempo si trasformano in economia sociale e fiducia nel futuro.

Legalità – Legalità è rispetto delle regole civili e democratiche, parte integrante di ogni aspetto della vita. È l’elemento imprescindibile di ogni azione che voglia definirsi giusta, da coltivare come principio generatore di progresso.

Condividi: