Carlo Cimbri

Amministratore Delegato Gruppo Unipol

Carlo Cimbri

Amministratore Delegato Gruppo Unipol

Biografia

È Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Unipol e Presidente della controllata UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Il Gruppo Unipol – con oltre 13.000 dipendenti, 16,5 miliardi di euro di raccolta assicurativa nel 2015 e oltre 16 milioni di clienti – è uno dei principali player del settore a livello europeo ed è leader in Italia nei Rami Danni.
Nato a Cagliari nel 1965 e laureato con lode in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi di Bologna, Cimbri vanta oltre 20 anni di esperienza nel settore assicurativo e bancario: entra in Unipol nel 1990 nell’Area Finanza e Tesoreria e, nel corso degli anni, ricopre ruoli di crescente responsabilità fino a diventare nel 2005 uno dei Direttori Generali del Gruppo Unipol, che in quell’anno chiude l’esercizio con una raccolta premi di 8,9 miliardi di euro.  Nel 2006 realizza la cessione della quota BNL a BNP Paribas, archiviando così l’ipotizzata diversificazione strategica di Unipol nel comparto bancario. Nel 2007 diventa Direttore Generale unico e nel 2010, una volta assunta la responsabilità di Amministratore Delegato, vara il Piano Industriale 2010-2012 che riporta al centro del Gruppo le attività assicurative, con un significativo recupero della redditività nel comparto Danni, un’importante razionalizzazione dei costi e un rafforzamento patrimoniale. Nell’arco del triennio vengono perfezionate l’acquisizione del controllo del Gruppo Arca (2010), la fusione di Navale Assicurazioni in Unipol (2010) e la cessione della partecipazione detenuta in BNL Vita (2011). Nel gennaio 2012, al termine di un piano industriale che ha visto il superamento dei target prefissati, Unipol presenta – in un momento di mercato particolarmente difficile per il Paese – la proposta di salvataggio del Gruppo Fondiaria-SAI che, attraverso la fusione con Unipol Assicurazioni e un importante rafforzamento patrimoniale, porta alla nascita di UnipolSai Assicurazioni, società leader in Italia nei Rami Danni con 13,9 miliardi di euro di raccolta premi (dato al 31/12/2015). Il triennio 2013-2015 si caratterizza per l’integrazione industriale con l’ex Gruppo Fondiaria-SAI: si dimezzano le società del Gruppo (da circa 120 a circa 60), si unificano i sistemi informatici, si semplifica la struttura societaria e azionaria con il passaggio da 4 a 2 società quotate e da 8 a 2 categorie di azioni. Il tutto conseguendo significative sinergie industriali, salvaguardando i livelli occupazionali e creando valore per tutti gli stakeholders. Nel maggio 2016, Unipol presenta il piano industriale al 2018 incentrato sull’innovazione e sull’efficienza, con l’obiettivo di garantire una redditività sostenibile nel tempo attraverso un programma di azioni tese a rafforzare la posizione di leadership del Gruppo sul mercato assicurativo italiano.

Attualmente Cimbri ricopre anche la carica di Consigliere di amministrazione di Nomisma, di Euresa Geie ed è componente del Consiglio Direttivo della Fondazione Censis, Centro Studi Investimenti Sociali e di FeBAF (Federazione delle Banche, delle Assicurazioni e della Finanza).